Accedi al sito
Serve aiuto?
METALZILEMBO

News

DETRAZIONE FISCALE AL 65% « Indietro

Detrazione Fiscale al 65% per gli interventi di riqualificazione Energetica degli edifici 
Prorogato l’Ecobonus per tutto il 2016, ossia le detrazioni fiscali del 65% per gli interventi di riqualificazione Energetica degli edifici.
La norma conferma che le agevolazioni fiscali sono ottenibili in misura del 65% per le spese sostenute dal 6 giugno 2013 al 31 dicembre 2016

Chi può usufruire dell'Ecobonus 65%
La detrazione per gli interventi di efficientamento energetico può essere richiesta da persone fisiche, compresi i professionisti, società di persone, società di capitali, associazioni tra professionisti, enti pubblici e privati che non svolgono attività commerciale. Non è necessario essere proprietari dell'immobile. Le spese per i lavori possono infatti essere sostenute anche da chi detiene l'immobile in comodato, dal coniuge, dai parenti entro il terzo grado e dagli affini entro il secondo grado conviventi con il possessore o detentore.

Quali sono gli immobili ammessi all'Ecobonus 65%
La detrazione per gli interventi di efficientamento energetico può essere richiesta per gli edifici in tutte le categorie catastali, compresi quelli strumentali, a condizione che non siano ancora in costruzione e abbiano già un impianto di riscaldamento. Se nell'intervento di riqualificazione è compresa una demolizione e ricostruzione con ampliamento, l'agevolazione è riconosciuta solo per i lavori effettuati sulla parte di edificio esistente.
Anche i lavori sulle parti comuni dei condomìni usufruiscono dell'Ecobonus. Dal 1° gennaio 2016, questi interventi avranno una nuova leva perché i condòmini incapienti potranno cedere la loro quota di detrazione alle imprese, che praticheranno uno sconto corrispondente.

Per quali interventi si può richiedere l'Ecobonus 65%
La detrazione Irpef del 65% delle spese sostenute fino al 31 dicembre 2016 spetta anche per gli interventi sugli involucri degli edifici, di cui finestre e infissi. Sono comprese le demolizioni e ricostruzioni eventualmente connesse con la loro realizzazione che consentano di ottenere una riduzione della trasmittanza termica U, in base ai valori indicati nella tabella di cui all'Allegato B del DM 11 marzo 2008 (come modificato dal DM 26 gennaio 2010). L'agevolazione massima per questi lavori arriva a 60 mila euro.
Informiamo che saremo a vostra disposizione per dare assistenza sia fiscale che tecnica in merito alle detrazioni bonus; inoltre su vostra richiesta, ci occuperemo dell’invio della dichiarazione on-line all’Enea richiedendovi i dati necessari per l’espletamento della pratica.

-->>Dal 1° gennaio 2017 l'agevolazione sarà invece sostituita con la detrazione fiscale prevista per le spese di ristrutturazioni edilizie.

Vi ricordiamo che entro il 31 dicembre 2020 tutti gli edifici di nuova costruzione dovranno essere a energia quasi zero.